LA LOBBY ENEL ALLA CAMERA. Bene ha fatto il sottosegretario Gentile a invitare i deputati della maggioranza a ritirare gli emendamenti al ddl Concorrenza che diversamente, allungando ulteriormente i tempi, rischiano di vanificare ogni politica della concorrenza in questa legislatura. Il Senato non aveva riaperto la discussione su questo tormentato provvedimento e aveva votato la questione di fiducia posta dal governo, pur essendo diffusa la consapevolezza che in taluni punti, specialmente sul superamento del servizio di maggior tutela nel settore elettrico, il ddl era e resta bisognoso di non trascurabili miglioramenti.

Continua Qui

All posts by Massimo Mucchetti

  • Mose, sdegnarsi non basta più

    Massimo Mucchetti, intervistato dal quotidiano La Stampa, parla dello scandalo tangenti Mose ed Expo e dei poteri dell’Autorità anticorruzione, guidata da Raffaele Cantone. Mucchetti propone un’ipotesi: commissariare temporaneamente su richiesta del pm e per disposizione...

  • Riforme, troppa arroganza

    Sulle riforme, il premier e i suoi colonnelli sparano con il cannone contro una frotta di rondinelle e usare il voto delle europee come un voto a favore di una soluzione pasticciata per il Senato...

  • Riforme, siamo uomini o caporali?

    Palazzo Chigi ha offerto la mediazione. La riforma del Senato va pertanto considerata cosa fatta. Questo scrivono i giornali. E tante persone che hanno votato Pd ne ricavano fatalmente la conclusione che, se i 20...

  • Come rifondare la Consob

    Gli avvisi di garanzia sul salvataggio di Fonsai a opera di Unipol potrebbero riaprire il grande caso che nel 2012 divise la finanza italiana tra i sostenitori dell’operazione, Mediobanca, Unicredit e le altre banche creditrici...

  • Bankitalia, il grande equivoco

    Alla fine dell’assemblea di Banca d’Italia i più si sono persi a commentare le considerazioni finali del Governatore, la parte politica. Giusto. Ma c’era anche un’altra notizia: il dividendo elargito alle banche, dopo la riforma...

  • Compagno G, banchiere M

    Due pesi e due misure. Non va bene. Gli arresti per le tangenti sugli appalti dell`Expo hanno riempito le prime pagine dei quotidiani per giorni, con cronache a largo raggio, retroscena e prese di posizione...

  • Eni, l’eredità di Scaroni

    Oggi, con l’assemblea che approva il bilancio 2013 ed elegge il nuovo consiglio di amministrazione, si chiude la stagione di Paolo Scaroni al vertice dell’Eni, il più grande gruppo pubblico. L’intervento di Massimo Mucchetti su...

  • Al Pd non serve il Sant’Uffizio

    L’intervento di Massimo Mucchetti sulle proposte di riforma costituzionale. Renzi deve risolvere un problema, principalmente: come costruire l’unità del gruppo parlamentare; se provarci con l’imposizione della disciplina di partito, senza curarsi dell’articolo 67 della Costituzione che libera...

  • Nomine, due cose che non capisco

    L’intervento di Massimo Mucchetti sui nuovi vertici di Eni, Enel, Poste e Finmeccanica. I nuovi amministratori delegati hanno tutti una lunga esperienza alle spalle, ma i criteri di scelta non sono omogenei su punti di...

  • Il codice da rispettare nei Cda

    Riproponiamo l’intervista di Osvaldo De Paolini (Il Messaggero) a Massimo Mucchetti sui criteri stabiliti dalla risoluzione della Commissione industria del Senato per le nomine dei vertici delle società partecipate dallo Stato. Vai qui per lo...