LA LOBBY ENEL ALLA CAMERA. Bene ha fatto il sottosegretario Gentile a invitare i deputati della maggioranza a ritirare gli emendamenti al ddl Concorrenza che diversamente, allungando ulteriormente i tempi, rischiano di vanificare ogni politica della concorrenza in questa legislatura. Il Senato non aveva riaperto la discussione su questo tormentato provvedimento e aveva votato la questione di fiducia posta dal governo, pur essendo diffusa la consapevolezza che in taluni punti, specialmente sul superamento del servizio di maggior tutela nel settore elettrico, il ddl era e resta bisognoso di non trascurabili miglioramenti.

Continua Qui
  • Nomine: la botta del Senato

    L’eventuale rinnovo dell’incarico ai capi azienda uscenti deve essere subordinato alla valutazione dei risultati della loro gestione e in ogni caso non ci potrà essere un quarto mandato. I presidenti devono essere indipendenti fin dalla...

  • Nomine, Renzi e le doppiezze

    Massimo Mucchetti intervistato dal Corriere della Sera sul rinnovo dei vertici di Eni, Enel, Finmeccanica e Poste. Forza Marcegaglia però sull’Eni doppiezza togliattiana “Governo promosso ma con qualche riserva”. Nelle nomine per le società pubbliche...

  • Enel low profit

    Il botta e risposta tra Fulvio Conti e Massimo Mucchetti, durante l’audizione in Commissione industria del Senato della Repubblica dell’amministratore delegato di Enel. Per Mucchetti, desta preoccupazione la consistenza del debito e il drastico taglio dei...

  • Napolitano e “Che tempo che fu”

    Ad ascoltare il presidente della repubblica c’era un 10% di spettatori in meno rispetto a quanti ne aveva richiamati Renzi agli inizi di marzo. Videocracy, di Stefano Balassone. Napolitano ha scritto un libro (con un...

  • Sulle accise campa il contrabbando

    L’eccessivo carico fiscale ha portato, tra il 2008 e il 2013, ad un crollo dei consumi per oltre 9 miliardi di litri dei carburanti per autotrazione ed una perdita di gettito in sole accise, al...

  • Rai3 e La7: i condomini

    RaiTre e La7: due reti, un pubblico solo. Nel resto d’Europa il pubblico “colto e trendy” ha un canale. Da noi due, che si devono spartire le briciole. Videocracy, di Stefano Balassone. Prima c’era solo...

  • Uomini e donne

    Uomini e Donne, anzi no: giovanotti e signorine Il segreto di un programma a suo modo “educativo”, che vuole spiegare ai giovani come affrontare la vita. Videocracy, di Stefano Balassone. Uomini e Donne, condotto da...

  • Blackrock si pappa l’Italia

    In meno di un mese, il fondo d’investimento Usa Blackrock è diventato secondo azionista di Intesa San Paolo, portando la propria quota sopra il 5 per cento, è salito al 5,74 per cento in Mps...

  • La tv prima e dopo (?) la crisi

    L’Italia, in media e non, i forzati della tv diminuiscono e a farne le spese sono ancora i canali generalisti. La tv che esce dalla crisi diversa da come c’era entrata. Di Stefano Balassone. Non...

  • Dagomalizie su Eni ed Enel

    Massimo Mucchetti risponde a Dagospia sulle audizioni dei vertici di Terna, Finmeccanica, Enel ed Eni da parte della Commissione industria del Senato della Repubblica. Vai qui per leggere l’articolo completo. La risposta di Massimo Mucchetti...