LA LOBBY ENEL ALLA CAMERA. Bene ha fatto il sottosegretario Gentile a invitare i deputati della maggioranza a ritirare gli emendamenti al ddl Concorrenza che diversamente, allungando ulteriormente i tempi, rischiano di vanificare ogni politica della concorrenza in questa legislatura. Il Senato non aveva riaperto la discussione su questo tormentato provvedimento e aveva votato la questione di fiducia posta dal governo, pur essendo diffusa la consapevolezza che in taluni punti, specialmente sul superamento del servizio di maggior tutela nel settore elettrico, il ddl era e resta bisognoso di non trascurabili miglioramenti.

Continua Qui

I “boiardi” in streaming – 2


I boiardi delle società partecipate tornano in Senato. Nell’ambito dell’affare assegnato sulle strategie dei nuovi vertici delle società direttamente o indirettamente controllate dallo Stato, la commissione Industria del Senato ha già avuto modo di ascoltare i nuovi vertici di Terna , Finmeccanica ed Enel. Questa la griglia delle domande che sono state poste rispettivamente a Matteo Del Fante, amministratore delegato di Terna, Mauro Moretti, amministratore delegato di Finmeccanica e Francesco Starace, amministratore delegato di Enel.

Terna

a) Quale mandato ha ricevuto dall’azionista che ha nominato la maggioranza del consiglio di amministrazione?
b) Quadro degli investimenti in Italia e all’estero (Montenegro) e loro sostenibilità;
c) La trattativa con FS sulla rete, i nuovi impegni di investimento, il ritorno economico atteso;
d) Ridefinizione della remunerazione del capitale investito nel 2016: quale impatto?
e) Composizione dei ricavi tra attività regolate e non: storia e prospettive;
f) Quale correlazione tra terawattora trasmessi e ricavi: storia e prospettive;
g) Primo bilancio sull’acquisizione Tamini;
h) Andamento del debito, rab ed ebitda;
i) Politica dei dividendi;
j) Effetti della presenza cinese in CDP Reti;
k) Si introdurrà il voto maggiorato in Terna?

Finmeccanica

a) Quale mandato ha avuto dall’azionista che ha nominato la maggioranza del consiglio di amministrazione?
b) Come ha trovato il gruppo Finmeccanica sotto i profili patrimoniale, reddituale e organizzativo;
c) Focus sugli avviamenti e sui lavori in corso;
d) La situazione del titolo in relazione alla storia delle ultime gestioni e le prospettive;
e) Che attività saranno comprese nel perimetro del gruppo Finmeccanica alla fine del suo (primo) triennio?
f) Il caso francese (SNCF e Alstom) e il caso italiano (FS e Ansaldo Sts e AnsaldoBreda);
g) Avio Aerospace;
h) La committenza pubblica (difesa e regioni) e le leggi di sostegno alla ricerca;
i) Le alleanze internazionali: una storia sospesa tra Usa ed Europa e, un po’, Russia. Il futuro?
j) Politica dei dividendi;
k) Si introdurrà il voto maggiorato in Finmeccanica?
l) Finmeccanica è privatizzabile proficuamente adesso?

Enel

a) Quali obiettivi ha ricevuto dall’azionista che ha nominato la maggioranza del nuovo consiglio?
b) Quadro programmatico degli investimenti in Italia e all’estero e l’occupazione;
c) Che cosa vuol dire l’Enel high tech;
d) La produzione elettrica e l’andamento della domanda nei principali mercati dell’Enel;
e) Andamento dei margini per grandi aree geografiche e per settore di attività;
f) Rapporto con il regolatore: dalla distribuzione alla Sicilia;
g) Le concessioni idroelettriche in scadenza, la finanza regionale e la concorrenza;
h) Quale soglia ottimale per il debito;
i) Il programma di dismissioni e la riorganizzazione in America Latina;
j) La politica dei dividendi;
k) Si introdurrà il voto maggiorato in Enel?

Il calendario completo delle audizioni.