LA LOBBY ENEL ALLA CAMERA. Bene ha fatto il sottosegretario Gentile a invitare i deputati della maggioranza a ritirare gli emendamenti al ddl Concorrenza che diversamente, allungando ulteriormente i tempi, rischiano di vanificare ogni politica della concorrenza in questa legislatura. Il Senato non aveva riaperto la discussione su questo tormentato provvedimento e aveva votato la questione di fiducia posta dal governo, pur essendo diffusa la consapevolezza che in taluni punti, specialmente sul superamento del servizio di maggior tutela nel settore elettrico, il ddl era e resta bisognoso di non trascurabili miglioramenti.

Continua Qui

All posts tagged "Cdp"

  • Tim, tre mosse per la rete

    Un negoziato tra il governo e gli azionisti di Telecom, i francesi di Vivendi, è in corso – nonostante le smentite del gruppo telefonico – per decidere le sorti dell’infrastruttura fissa. L’operazione dovrebbe passare per la scissione proporzionale di Tim in una società di servizi e una di rete, il cui controllo – pari al 23,9% da parte di Vivendi – verrebbe ceduto alla Cdp.

  • Telecom, la mossa del cavallo

    Il conflitto tra Telecom Italia e Open Fiber ha tenuto banco nelle cronache politico-finanziarie di un agosto privo di grandi affari reali. Tema del contendere sono state le reti d’accesso di nuova generazione in fibra ottica, il destino della rete storica in rame, l’impatto del ruolo dominante della francese Vivendi in Telecom sulla sicurezza nazionale. In verità, il conflitto si è consumato più sulle pagine dei giornali che tra cantieri concorrenti. L’intervento di Massimo Mucchetti sull’Huffington Post.

  • Tim/Open Fiber, meglio la pace

    Nel 2006 Telecom era padrona del mercato in Italia. A Londra la Ofcom studiava la separazione della rete. In Europa, gli incumbent delle tlc erano i monopoli cattivi, gli over the top, come Google e Apple, gli sfidanti buoni. Oggi in Italia Il potere di mercato di Telecom si è ridotto, il primo operatore mobile è Wind. In Europa nessuno ha varato la separazione proprietaria della rete. Oggi i veri monopoli terribili sono gli over the top, le telecom company hanno margini decrescenti e devono fare grandi investimenti. L’intervista di Massimo Mucchetti sul Fatto Quotidiano.

  • Stato azionista e nomine

    La risoluzione che la Commissione Industria propone oggi all’assemblea del Senato riguarda le modalità con le quali lo Stato esercita il suo ruolo di azionista nelle grandi imprese delle quali detiene il controllo di diritto o di fatto. Questa risoluzione, votata all’unanimità dalla Commissione con il parere favorevole del governo, ha concluso un affare assegnato nel corso del quale sono stati analizzati i risultati di Eni, Enel, Leonardo, Terna e Poste Italiane, i cui vertici erano in scadenza. Abbiamo anche studiato Fincantieri, impegnata nell’acquisizione degli Chantiers de l’Atlantique. L’intervento in aula al Senato di Massimo Mucchetti sulla risoluzione della Commissione Industria sulle partecipate.

  • Etruria & Mps, bombe inesplose

    La Corte dei conti dà l’allarme sul ruolo assunto dalla Cassa depositi e prestiti nel settore bancario. Matteo Renzi non se ne cura e preannuncia il rilancio del Monte dei Paschi per mano del mercato. Sarebbe meglio se, pur difendendo la Cdp, il premier desse conto al Paese di quanto bolle nella pentola che la magistratura contabile vorrebbe scoperchiare.

  • L’idea strana di Al & Giav

    Alberto Alesina e Francesco Giavazzi ripropongono la Cassa depositi e prestiti (Cdp) come salvatrice del Monte dei Paschi. Invece di una nazionalizzazione aperta quale sarebbe stata la conversione in azioni dei Monti bond, che alcuni, quorum ego, avevano proposto già durante la campagna elettorale del 2013, avremmo una nazionalizzazione sui generis.

  • Telecom, ora chiarezza sul cda

    Niel è un imprenditore che per ora ha messo in Telecom circa 100 milioni. Il grosso della quota in Telecom è composto da opzioni e derivati. Un’operazione molto ben fatta ma ancora embrionale.

  • Zuppa di Porro, Tronk e Muk

    Ieri su Il Giornale, Nicola Porro, nella sua rubrica settimanale Zuppa di Porro, aveva scritto della “pace” tra Massimo Mucchetti e Marco Tronchetti Provera. Vado al Massimo pubblica la replica del presidente della commissione Industria...

  • Cassa, cassa delle mie brame

    Due giorni fa, nella redazione del Foglio, si è svolto un forum con la partecipazione di Francesco Giavazzi, professore di Economia all’Università Bocconi ed editorialista del Corriere della Sera, e Massimo Mucchetti, senatore del Partito...

  • Ilva, così non va

    “Un intervento radicale della magistratura per indagare sulle cause dell’incidente mortale è atto giusto e obbligato, meno comprensibile lo spegnimento dell’altoforno 2 per le conseguenze che potrà avere sull’intero stabilimento di Taranto”. Massimo Mucchetti, intervistato...