Non mi aggiungo al rito dell'applauso al discorso di Boccia. In taluni passaggi lo meriterebbe, ma se lo mettiamo in relazione al discorso successivo di Calenda, un vero manifesto di governo che ha scaldato i cuori in sala, il presidente della Confindustria è sembrato aver perso il treno del confronto a tutto campo con l'esecutivo Gentiloni. Preferisco dunque manifestare una delusione e dire di quattro sfide non ancora affrontate da Confindustria.

Continua Qui

All posts tagged "riforme"

  • Italicum, sarà battaglia

    La minoranza dem ha positivamente chiuso una battaglia trasparente. Solo chi voleva la scissione non è soddisfatto. La prossima battaglia sarà l’Italicum.

  • Riforme, nessuna resa

    Nessuna resa, volevamo l’elezione diretta del Senato e nella sostanza l’abbiamo ottenuta. La politica è anche l’arte del possibile. Ma rimangono problemi da risolvere.

  • Senato, l’arte del possibile

    Abbiamo la necessità di migliorare il testo che ci è stato consegnato dalla Camera per condurre in porto la riforma, non per bloccarla. Bisogna rafforzare l’azione del Governo  ma non possiamo cancellare e ridurre ad un simulacro la rappresentanza del corpo elettorale.

  • Riforme, accordo a portata

    L’intesa è a portata se, come diciamo da tempo, si modifica l’art.2. Anche con un intervento ‘chirurgico’. Basta scrivere tre parole: suffragio universale diretto.

  • Rossi il tosco e la demagogia

    L’intervista del governatore della Toscana mi tira i ballo. Dice Rossi: come si permette un senatore nominato di parlare di un Senato di mezze cartucce ove la Camera Alta fosse composta da consiglieri regionali eletti dal popolo?

  • Senato, libertà di coscienza

    Gli emendamenti alla riforma del Senato non rappresentano un voto di fiducia. Si tratta di materia squisitamente parlamentare che non coinvolge la responsabilità del governo.

  • L’emerito e la destra Pci

    La matrice culturale e politica del presidente emerito Napolitano è una matrice ricca ma anche ambigua, che deriva da quel grande che fu Giorgio Amendola, patriota italiano ed europeista, ma anche filo sovietico al punto di sostenere l’Armata Rossa in Afghanistan.

  • Presidente, oggi mi delude

    La lettera di Giorgio Napolitano al Corriere della Sera a tutela della riforma costituzionale (o controriforma secondo molti, quorum ego) ha suscitato entusiasmoe amareggiate riserve fra le minoranze dem. Confesso che anch’io ci sono rimasto male.

  • Senato, accordo a portata di mano

    Il sistema dei “pesi e contrappesi” può avere il suo baricentro nel Senato. Ma per poter assolvere a questo delicato compito il Senato deve essere autorevole. L’autorevolezza di un’assemblea parlamentare deriva dalle sue competenze e...

  • Matteo rischia la fine del Cav.

    Se gli elettori stanno a casa perchè hanno poca fiducia nelle istituzioni, la migliore risposta non è sottrarre le istituzioni al volere degli elettori come fa la riforma del Senato proposta da Matteo renzi. Così...